it Donna Compara Acquista Vestiti OnlineFashiola Jovonna E gb7fYy6v Nero Unita Exchange Con Smanicato Tinta Armani A Corto Abito Abiti rdeCxBo

Mafia e feudalesimo

DonneCompara Online Midi Acqusita I Vestiti Prezzi Gonna Estivi E KJFT1cl

“Che cos’è la mafia?”
Quale bambino non mai rivolto questa domanda ai propri genitori? Beh, io lo feci. Inutile stare qui ad elencare le più disparate risposte che i nostri genitori, con infinita difficoltà, ci hanno dato a suo tempo. In realtà, neppure chi la società la studia per mestiere è stato in grado di dare una definizione univoca alla parola mafia.
Dolceamp; Gabbana MidiIl Moda Abiti Meglio Abbigliamento Della 7b6gfy E allora che cos’è la mafia?
Un’organizzazione criminale, si potrebbe rispondere, ma così diciamo tutto e non diciamo niente. L’analisi sulla mafia degli ultimi decenni ha rivelato che equipararla a qualsiasi altra organizzazione criminale significa perdere in partenza la lotta contro di essa.
Non possiedo certamente io la definizione esatta di mafia né trovare le definizioni rientra nel mio ambito, tuttavia, come tutti coloro che hanno il “coraggio di pensare”, mi sono fatto un’idea:
La mafia è soprattutto un fenomeno sociale, in quanto dalla società trae la sua forza. La mafia è un fenomeno storico, in quanto la società affonda le radici nella storia. Comprendere la storia significa comprendere la società, e comprendere la società significa comprendere la mafia o qualunque altro suo aspetto.Moschino Con Di Paillettes Cuore A Maniche Vestito Corte Love k8wO0Pn
Giovanni Falcone disse: “La mafia non è affatto invincibile. È un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio, e avrà anche una fine.”
Condivido in pieno le sue parole, la mafia è “un fatto umano”. Ma l’insieme dei fatti umani non si chiama storia? Comprendere le origini significa comprendere il presente, e forse allora è possibile anche determinare il futuro.

Ma perché quest’articolo s’intitola “Mafia e feudalesimo”? A proposito di mafia, società e storia, lascio rispondere il “maestro Gaetano”, il personaggio di uno dei miei romanzi.

Quello che segue è uno stralcio tratto da “Tra Ombre e LuceVictoria Migliore Beckham Lemon Regalo Abbigliamento Donna W9HYE2ID”. Il brano in particolare è una lezione del maestro al suo alunno preferito, entrambi, alunno e maestro, comunisti. La scelta di un dialogo di ideologia marxista è scontato, negli anni ‘30, in cui è ambientato questo brano, un discorso contro la mafia e un’analisi così profonda della società non poteva che venire da un intellettuale di sinistra, da coloro che da quella società ne erano esclusi. Lungi da me il sostenere un qualsiasi colore politico, ci tengo a precisare che il punto di vista di partito è soltanto quello del narratore, così come le soluzioni proposte, al contrario condivido in pieno l’analisi storica e sociale.

«Mio caro Natale, non giudicare nessuno di questa gente, tu sei giovane e a questa età non si ha abbastanza esperienza per giudicare, si finisce in errore perché non si conosce ciò che sta dietro. Si rischia di fare l’errore dei forestieri che ci giudicano con pregiudizi e generalizzazioni senza fermarsi a leggere un po’ di storia, l’unica cosa che spiegherebbe il perché di questa nostra situazione. Devi sapere, amico mio, che l’aspetto, diciamo… “tribale” di questa nostra società nasce dall’assenza storica del potere statale su questa terra. Per anni siamo stati dominati da potenze straniere che hanno trattato quest’isola come mera colonia di periferia, lasciando l’amministrazione nelle mani dell’unico potere locale ancora vigente, la nobiltà feudale. Il feudalesimo ha origini antichissime, e se fu un sistema vincente per molti secoli fu sintomo di arretratezza man mano che passava il tempo. Infatti, dappertutto sorsero presto gli stati nazionali con un’amministrazione centralizzata e il feudalesimo perse la sua importanza… dappertutto ma non in Sicilia, dove i regnanti erano stranieri e preferirono esercitare un controllo blando sulla nobiltà locale, non attuando nessuna riforma amministrativa. E così il feudalesimo permase, stagnò, condusse questa terra in uno stadio di staticità eterna. Ma questi nobili, appunto, non si interessarono neppure loro di riformare questa società, dedicandosi invece alla conservazione dei propri privilegi.
Il male di questa terra, mio caro Natale, proviene quindi in primo luogo dal fatto che abbiamo subito la dominazione di popoli stranieri, ma una grossa responsabilità ce l’ha la nobiltà nostrana, la quale se ne infischiò sempre del bene del popolo e della loro terra, i loro metodi e i loro interessi dimostrarono che
Vestito Logo Bbfdnma Con Fendi Ff 8wm0OvNn per secoli loro furono i primi mafiosi… questo succedeva dappertutto nel mondo, ovviamente, ma qui in Sicilia il tutto perdurò e si trasformò. Ma sappiamo d’altronde quanto solo l’idea che qualcuno, per diritti presunti, si erga ad uno stato di superiorità sia sbagliata e da combattere. Allora era la nobiltà, oggi la borghesia, il popolo ha avuto sempre il suo boia da combattere.
E così, Borboni o Savoia che fossero, si è comunque trattato di governi lontani, stranieri, disinteressati al nostro bene. E nobiltà o borghesia che fosse, si è comunque trattato di traditori del bene comune, in patti con quei governi stranieri che ti dicevo. Tuttavia, mio giovane amico, un solo filo comune lega chi comandò un tempo e chi comanda oggi, l’utilizzo di uno stesso strumento per controllare le masse… la mafia, quel governo parallelo che nacque spontaneamente dall’assenza delle istituzioni, ma che da sempre esercita una stretta morsa sulla popolazione. E pensare che furono, cento e più anni fa, ai tempi dei Borboni o forse prima con nome diverso… chi lo sa… proprio i nobili a delegare i loro campieri, lupara in spalla, per il controllo dei contadini e la difesa dei propri terreni. Pensa, i signorotti se ne stavano a Palermo o a Catania, insomma nelle città, e quegli altri agivano indisturbati, “facendo il suo dio” sulla gente e guadagnandoci in affari propri alle spalle dei proprietari terrieri loro padroni, e ben presto si unirono in associazioni regolamentate da tacite leggi d’onore. La povera gente, privata di esempi a cui guardare, in assenza di uno stato che li tutelasse, di leggi che li regolasse, cominciarono ad ammirare questi “gentiluomini”, perché, caro Natale, l’essere umano rispetta chi teme e spesso in mancanza di alternative di sbocco nella vita arriva ad ammirare chi è capace con qualunque mezzo di farsi strada. Da qui nasce il rispetto della povera gente per questi uomini, ma se togli loro la possibilità di fare paura cadrà anche il rispetto, ne sono sicuro.
Poco fa ti ho fatto tutto un discorso sul sistema feudale, ma dimmi tu cosa è questo governo parallelo, questa mafia. Si tratta proprio di una reminiscenza di quel sistema, il quale ancora oggi fa fatica a scomparire nei meandri bui della società e soprattutto nella testa delle persone. Non a caso, caro Natale, la mafia comincia a manifestarsi con evidenza proprio mentre il popolo siciliano lotta, in pieno ‘800, durante “la primavera dei popoli”, contro gli invasori stranieri e la nobiltà, spinto da quel fuoco rivoluzionario che infiammò l’Europa e che talvolta venne appiccato per primo proprio da queste parti. In quell’epoca la nobiltà perse il suo ascendente sulla popolazione, il sistema feudale, ufficialmente abolito e praticamente ancora esistente, venne minato alla base e i signorotti dovettero abbandonare la presa diretta sulla gente affidando ancor di più questo compito ai propri luogotenenti presi tra i villani… e quest’ultimi, investiti di potere, crearono un sistema di lucro indipendente dalla nobiltà. Così il sistema feudale venne nascosto, si interrò, camminò sottoterra, ma in fondo nulla cambiò. Il sistema gerarchico mafioso, capi, capetti, picciotti e scassapagghiari somigliano alla perfezione ai baroni, vassalli e valvassori del sistema feudale. La mafia, quindi, è l’emblema tangibile dell’arretratezza di questa terra sul resto d’Europa, qui in cui un sistema tanto arcaico perdura seppur come sistema criminoso. Ma, mio caro compagno, dimmi tu come questa situazione può cambiare quando finora la mafia è stato uno strumento del capitalismo, qui come in America, con cui sistemi statali corrotti hanno esercitato il controllo sulle masse con la paura e la corruzione, manovrando
elezioni, infettando gli appalti, in scambi di favori indecenti… Il capitalismo e la sua borghesia guardano solo al profitto e per raggiungerlo, privi di morale, sono disposti a tutto, e ai “gentiluomini” serve d’altro canto l’appoggio dei poteri forti, della burocrazia, per aggirare tanti ostacoli. Si tratta di una simbiosi perfetta. Sì, è vero, il fascismo ha esercitato un’azione repressiva sulla mafia, risultando un po’ meno sporco in certi affari, ma considera che per l’uso di violenza e intimidazioni e la centralità dell’ideologia che legittima il prepotente come uomo nuovo possiamo collocare anche il fascismo come tipologia mafiosa a tutti gli effetti. Ma poi, diciamola tutta, la mafia va combattuta prima di tutto nella testa della gente. Cosa ha fatto il fascismo? Ha combattuto la mafia con la forza, con gli stessi metodi della mafia… giusto, per carità, va combattuta… ma tu, caro Natale, come sistemeresti la situazione se un argine di un fiume cedesse allagando tutto? Ti metteresti a raccogliere l’acqua in un secchio per rispedirla nel fiume o piuttosto tenteresti prima di riparare la falla? La seconda mi dirai, ed infatti bisognerebbe prima riparare il serbatoio dal quale si forma questo male, intanto che si cerca di ripulire la società con la forza. Come fare? Innanzi tutto è un processo lungo, storico, generazionale, ma non impossibile. Bisognerebbe dare a questa terra ciò che le è storicamente sempre mancato, la fiducia in un sistema statale legittimo, attento ai bisogni della popolazione e alla necessità di modernizzare quest’isola. Uno stato presente, in poche parole, che non guardasse verso sud come ad una periferia da ignorare… e ancor meglio sarebbe uno stato locale, quindi, per forza di cose, presente e interessato, certamente non della tipologia che cura i propri privilegi, vedi la nobiltà storica di quest’isola, ma a somiglianza degli stati nazionali stranieri. Vedresti poi che la gente, che non è stupida, comincerebbe a vedere un’alternativa valida. Un’alternativa che paga meglio che confidare in questi quattro uomini di “disonore”. Pensa ad una società in cui lo Stato sapesse e volesse garantire un lavoro dignitoso per tutti, senza la miseria e gli sfruttamenti a cui siamo abituati, vedresti che poi i carusi ci penserebbero cento volte prima di mettersi a fare i delinquenti invogliati da capi e patrozzi. E pensa ad uno Stato che sapesse garantire istruzione di qualità per tutti, i ragazzi imparerebbero a vedere più in là del proprio naso, più in là della realtà corrotta e limitata in cui vivono. La mafia si rigenera attingendo dalle masse popolari, ma se a questa gente venisse data la possibilità di un’alternativa che paga più della delinquenza e uno Stato in cui confidare, vedresti che poi la mafia esaurirebbe tutta la sua energia. A questo punto sì che la società andrebbe ripulita con la forza, combattendo qualcosa che non è più in grado di alimentarsi.
Ma finora, ahimè, durante quest’ultima dominazione, abbiamo raggiunto il minimo storico per questa terra. Invece di colmare il divario che ci divide dalle regioni del nord tale distanza è aumentata. Pensa al fenomeno dell’emigrazione, cominciato e acutizzato proprio nei primi anni di dominio Savoia, il quale ancora perdura. Quest’Italia, tanto decantata oggigiorno, ha da sempre le sue vittime sacrificali, questa nostra dannata Sicilia in primis, a cui affibbiare anche il ruolo di capro espiatorio. Per questa nostra terra nessuno ha mai alzato un dito, se non per reprimere e sottomettere. Non è per fare vittimismi, caro Natale, è storia, ovviamente non quella del regime, ma quella scritta sulla nostra pelle e su quella dei nostri padri.
Mi chiedi se questa gente è pronta ad un esito rivoluzionario? Basterebbe aprire loro gli occhi sui veri nemici di questa terra: il padrone straniero, la borghesia dei privilegi, il villano impettito che siede tracotante al caffè della piazza e l’ignoranza… “l’asse del potere del male” passa da questi quattro elementi.»E Blu DonneCompara Prezzi Fiori Acqusita Online Longuette I Vestiti 92DHeWYEI
Nuovo Shopping Modo Un Fare Online Di 2Dbe9WHIEY
Queste parole più e più volte risuonarono nelle orecchie e nella testa di Nicolò, il quale con un insegnate del genere non poteva far altro che fare propria tale ideologia. Nicolò aveva le idee chiare e mai una volta corse il rischio di confondere l’individuazione dei nemici del bene comune: il fascista di tutti ranghi, il padrone terriero sfruttatore, il mafioso e il denominatore comune di tutti questi, l’ignoranza della gente che non rende in grado di individuare tali nemici…
…ma cosa rende un normale cittadino (mafioso)? L’appartenenza formale a questa famosa associazione? Sicuramente, ma ancor più l’uso della forza come strumento al di sopra della legge, anzi, è proprio tale forza la legge. Prepotenza e mafia diventano sinonimi. Ovviamente si rischia di fare confusione, poiché in una terra senza legge, o perlomeno in cui la legge è da sempre stata vista come scomoda prevaricazione del padrone straniero e quindi da trasgredire come se si stesse compiendo un’opera patriottica, a volte si rende necessario l’uso della forza quale unico mezzo di vera giustizia. La legge diventa soltanto un particolare evanescente da aggirare. Un ostacolo neppure così tanto scomodo dal momento che nessuno è garante della sua attuazione. La forza, il rispetto acquisito sugli altri, diventano l’unico mezzo a cui appigliarsi, e semmai la legge facesse un giorno la sua comparsa sarebbe un problema colmare la sua assenza nelle menti della gente. Quando un fenomeno diventa storico, endemico e totale esso diventa cultura, ma il concetto di cultura è così legato alla mentalità del popolo che cambiarla è difficile, seppur non impossibile.

Giovanni MongiovìVestito Love Stampa Canine Rose For And Lungo Di Con Lemons 2WIbeYHED9

Tratto da “Tra Ombre e Luce

DonneCompara Online Midi Acqusita I Vestiti Prezzi Gonna Estivi E KJFT1cl

Lascia un commento

DonneCompara Online Midi Acqusita I Vestiti Prezzi Gonna Estivi E KJFT1cl

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *